Donare è vivere

Una persona quando giunge alla fine della propria esistenza non porta con se le cose che ha creato, plasmato, le azioni compiute e i ricordi che ha impresso nella mente altrui. Credo che nella propria vita si cerchi di lasciare qualcosa che ci rappresenti positivamente nella Nostra Assenza, qualcosa che ci ricordi per quello che siamo, qualcosa per cui gli altri siano grati che quella vita, una volta, fosse presente.

La donazione è l’atto con cui una persona dona qualcosa che per lui è, ormai, inutile per renderlo riutilizzabile per qualcun altro che ne ha estremo bisogno; nel momento in cui doniamo lasciamo una parte di noi, non solo fisica, che continua a perdurare dopo la nostra morte nel ricordo, la gratitudine degli altri, come una via per dire “io una volta c’ero… e continuo ad esserci”.

La nostra vita in questo modo viene continuata, in qualche modo, nella vita dell’altro, ne entra a far parte, non solo biologicamente, ma anche come forma di perduranza dello spirito e delle opere.

 

Lorenzo Ciampiconi, Quinta B

Leave a Reply


× 6 = venti quattro

Call To Action! Sei maggiorenne? Diventa DONATORE Diventa DONATORE!